Chiudi video
close adblock

Disabilita l'adblock

Ué grandissimo! Ti piace leggere i nostri articoli?
Allora non fare il giargiana, disabilita l’adblock
(così fai girare l’economia, taaac)!

close adblock

Ti ho beccato Giargiana!

Disabilita l’adblock (così fai girare l’economia, taaac)!

Ok

Lifestyle News
zooey-deschanel-in-new-girl-naked-1-04-zooey-deschanel-26901773-1280-720-810x455

Figa e fatturato lasciano poco tempo per la famiglia.

Il 45% di quele che abitano a Milano è costituito da persone sole. La città dei single e degli anziani soli. È questa la fotografia scattata da un’analisi della direzione Casa del Comune sui dati statistici relativi a persone sole e a madri o padri soli con figli a carico residenti nel capoluogo lombardo. Il dato generale – presentato ieri pomeriggio nella commissione Casa di Palazzo Marino – fa una certa impressione.

In numeri assoluti, sul totale di 647.016 famiglie, 302.947 sono costituite da un unico componente. I Municipi con il maggior numero di single o anziani soli sono il 7, l’8 e il 9, tutti e tre al 13%, mentre il minor numero di single è nel centro storico (7%).

Non è finita. Il 54% delle persone sole è di sesso maschile, il 34% ha dai 50 ai 70 anni. Il 27%, invece, è tra i 70 e gli 85 anni, il 26% dai 30 ai 50 anni, l’8% tra i 18 e 30 anni e il 5% è ultra 85enne. Il 5% è anche la percentuale dei genitori soli con almeno un figlio minore a carico (su 647.016 famiglie, 33.661 nuclei mono-genitoriali): l’83% è costituito da madri con figli, il 17% da padri con prole a carico.

La città per single è una fotografia confermata anche dai dati forniti dall’Agenzia Sociale per la Locazione: il 40% delle richieste per accedere ai servizi di sostegno per il mantenimento dell’abitazione sul mercato proviene da persone sole (il 15% di queste ha minori a carico).

Sempre sul fronte casa, su un totale di 27.256 domande presentate entro lo scorso 31 dicembre per l’assegnazione di un alloggio Erp, 11.229 (il 42% del totale) sono pervenute da parte di persone sole con o senza figli minori a carico. Insomma, pure chi chiede una casa popolare è spesso e volentieri solo (55% uomini e 45% donne). E sorprende che il 48,3% di costoro abbia un’età compresa tra i 31 e i 40 anni. Tra gli inquilini già residenti in alloggi di proprietà del Comune, il 45% dei nuclei è formato da una sola persona.

Credit immagine copertina


Il Milanese Imbruttito