Chiudi video
close adblock

Disabilita l'adblock

Ué grandissimo! Ti piace leggere i nostri articoli?
Allora non fare il giargiana, disabilita l’adblock
(così fai girare l’economia, taaac)!

close adblock

Ti ho beccato Giargiana!

Disabilita l’adblock (così fai girare l’economia, taaac)!

Ok

News Food&drink
pranzo-di-natale-classico-1-2

Secondo una ricerca di Supermercato24, Milano è la seconda città d’Italia in cui si spende di più per imbandire la tavola durante le feste. Se è vero che Natale vuol dire regali, per i milanesi significa anche abbuffate, con i sensi di colpa rimandati a gennaio. Già, perché tra i dati registrati c’è anche un netto calo degli acquisti di frutta e verdura, in favore invece di bibite, alcolici, formaggi e salumi.

Il primato spetta invece alla città di Torino, mentre la medaglia di bronzo va alla Capitale. Di poco fuori dal podio, al quarto posto, c’è Verona. A chiudere la classifica ci sono le province di Vicenza, Modena e Como che risultano essere le più parsimoniose in quanto ad abbuffate natalizie.

Ma quali sono i prodotti che fanno gonfiare gli scontrini in questo periodo? Prime tra tutte le bollicine. I vari spumanti e champagne, infatti, vedono un incremento del 40% rispetto al resto dell’anno. Ovviamente ci sono anche i famosi cesti natalizi, tanto cari a chi si ritrova a fare regali un po’ all’ultimo. Aumentano gli acquisti anche di crostacei, salumi da banco e di carpaccio di salmone.

L’indagine si basa sugli acquisti effettuati dagli utenti di Supermercato24 nel corso del mese di dicembre dello scorso anno. La società ha precisato che si tratta di dati raccolti in forma anonima, che hanno il solo scopo statistico.

Articolo scritto da Francesca Solazzo


Views: 2


Il Milanese Imbruttito