Chiudi video
close adblock

Disabilita l'adblock

Ué grandissimo! Ti piace leggere i nostri articoli?
Allora non fare il giargiana, disabilita l’adblock
(così fai girare l’economia, taaac)!

close adblock

Ti ho beccato Giargiana!

Disabilita l’adblock (così fai girare l’economia, taaac)!

Ok

News
abbiocco

Continuate pure a imbottirvi come agnolotti, saltando a piè pari l’insalatina sminchia della vicina di scrivania: la palpebra pesante e cadente non risparmia nessuno, quindi tanto vale non andarci leggeri. Dopo pranzo gli occhi si chiudono, e, a volte, nemmeno tuffarsi con un triplo carpiato in una cisterna di caffè può impedirlo. Abbiocco, oh abbiocco, perché sei tu abbiocco? A spiegarci perché questa botta di sonno s’impossessa di noi ci pensa la scienza.

La witching hour dell’abbiocco è le 15, quando in media si torna a presidiare l’ufficio dopo essersi scofanati un lauto pasto. Sentirsi stanchi e bramare con ansia cuscino e letto di casa è assolutamente normale: colpa dei ritmi circadiani – conosciuti anche con il nome di orologio biologico – e dell’omeostasi del sonno.

«Il ritmo circadiano regola i processi fisiologici e comportamentali, tra cui il controllo della temperatura, la produzione di ormoni, il periodo di veglia e di sonno. L’omeostasi del sonno fa riferimento alla necessità di equilibrio, cioè al rapporto tra le ore di veglia e quelle di sonno e all’autoregolamentazione del corpo. La voglia di sonno aumenta verso le 14, e questo è causato da un picco naturale verso il basso del sistema di allarme circadiano e dalla necessità generata dal processo omeostatico del sonno», ha spiegato Francesca Bennet, programme manager presso AXA PPP Healthcare.

«La crisi del pomeriggio è una condizione normale ed è anche associata al consumo di un pasto abbandonate. Questa non è la causa diretta, ma può agire come un fattore di stile di vita che contribuisce al ciclo veglia-sonno. Abitudini di vita che non aiutano la quantità e la qualità del sonno aumentano la sensazione di stanchezza e la probabilità di essere attaccati dall’abbiocco killer», ha concluso.

Insomma, la speranza di sfuggirgli è l’ultima a morir… dormire.

Credit immagine copertina


Views: 2


Il Milanese Imbruttito