Chiudi video
close adblock Il Milanese Imbruttito

Disabilita l'adblock

Ué grandissimo! Ti piace leggere i nostri articoli?
Allora non fare il giargiana, disabilita l’adblock
(così fai girare l’economia, taaac)!

close adblock Il Milanese Imbruttito

Ti ho beccato Giargiana!

Disabilita l’adblock (così fai girare l’economia, taaac)!

Ok

News
monumenti-milano

Su approvazione della Giunta, Milano partecipa per il terzo anno consecutivo a Wiki Loves Monuments (WML): il concorso fotografico internazionale che tramite gli scatti di fotografi dilettanti e professionali promuove e documenta sul web il patrimonio artistico e storico delle città. L’iniziativa è promossa e coordinata da Wikimedia Italia, l’associazione che ha come obiettivo principale la diffusione della conoscenza libera. E com’è possibile tutto ciò?

Chiedendo ai cittadini una partecipazione attiva nel processo, tramite la condivisione di fotografie – a licenza libera o nel rispetto dei diritti d’autore e della legge – che permettano a tutti di conoscere e documentare le bellezze che ci circondano. Questo aiuterebbe a preservarne la memoria e aumentare la consapevolezza dell’importanza di tutelare i monumenti, parte integrante della nostra eredità.

Per partecipare al concorso, basta caricare su Wikimedia Commons – entro il 30 settembre – fotografie a licenza libera che ritraggano uno dei 190 e passa monumenti o siti presenti nelle liste individuate dall’organizzazione del concorso. Per il capoluogo meneghino trovate qui l’elenco completo.

Wikimedia Commons, per chi non lo sapesse, non è altro che l’archivio di file multimediali a supporto dei progetti di Wikimedia. Gli scatti caricati andranno ad arricchire, udite udite, le pagine di Wikipedia: un’ottima opportunità per fornire il proprio piccolo contributo all’enciclopedia più consultata del mondo.

«Per il terzo anno aderiamo al concorso per promuovere un’ampia diffusione dei tesori della nostra città. Nelle precedenti edizioni i cittadini attivi hanno raccontato Milano con oltre 1.900 scatti. Oggi rinnoviamo l’invito a cogliere la bellezza del nostro patrimonio attraverso la fotografia: in questo modo potremo ampliare il database di scatti a disposizione dell’Amministrazione comunale per la promozione e la comunicazione delle attività istituzionali», ha commentato Lorenzo Lipparini (Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open Data).

Palazzo Reale, Castello Sforzesco, il Teatro Lirico, il Velodromo Vigorelli, le piscine Cozzi e Romano sono solo alcuni dei 196 monumenti individuati dal Comune che, grazie a questo concorso, saranno poi protagonisti di attività istituzionali di comunicazione e promozione. Il futuro della nostra città dipende dai vostri scatti, contiamo su di voi.

Credit immagine, Credit immagine copertina


Vai all'articolo precedenteIndietro
Il Milanese Imbruttito