Chiudi video
close adblock Il Milanese Imbruttito

Disabilita l'adblock

Ué grandissimo! Ti piace leggere i nostri articoli?
Allora non fare il giargiana, disabilita l’adblock
(così fai girare l’economia, taaac)!

close adblock Il Milanese Imbruttito

Ti ho beccato Giargiana!

Disabilita l’adblock (così fai girare l’economia, taaac)!

Ok

News
mmetro-milano

Sono tempi bui per i pendolari milanesi che, tra una frenata e l’altra, finiscono spesso e volentieri a controllare lo stato di conservazione della pavimentazione dei vagoni della metro. È l’effetto birilli umani in un luogo che, con il bowling, in comune ha solo le due palle del tragitto casa-lavoro, lavoro-casa.

Il 2019 è stato l’anno nero della metropolitana meneghina. Questo perché, come vi abbiamo anticipato, le brusche frenate l’hanno fatta da padrone. Ricordiamo giusto qualche episodio, per rammentare a tutti quelli che si molleggiano a mo’ di surfisti in Australia di reggersi agli appositi sostegni.

Recentemente a San Babila 17 passeggeri – 7 dei quali finiti in pronto soccorso – sono caduti come birilli. Nei pressi di Bisceglie, invece, il 27 novembre a farne le spese sono stati 11 passeggeri tornati a casa con contusioni (e pensieri sicuramente poco carini) a causa di un errore dell’operatore centrale che ha interrotto troppo bruscamente la corsa.

Questi e altri avvenimenti più gravi, come quelli del 4, 9 e 11 marzo, hanno in comune le presunte anomalie nel sistema esterno di sicurezza che regola le frenate di emergenza. E qui entra in campo la Procura di Milano che ha aperto le indagini per rischio di disastro colposo, senza però sequestrare i convogli. Questo perché il colpevole probabilmente è il suddetto fattore esterno.

Marco Granelli, assessore alla Mobilità del Comune di Milano, è intervenuto specificando che «[le modifiche del sistema di frenata] stanno andando avanti. Si aspetta anche un ok ministeriale alla modifica del sistema che dovrebbe aiutare, quindi noi auspichiamo che questo aiuti a diminuire ulteriormente il fenomeno». 

Speriamo che il 2020 inizi con la frenat… Marcia giusta.

Credit immagine copertina


Vai all'articolo precedenteIndietro
Il Milanese Imbruttito