Chiudi video
close adblock

Disabilita l'adblock

Ué grandissimo! Ti piace leggere i nostri articoli?
Allora non fare il giargiana, disabilita l’adblock
(così fai girare l’economia, taaac)!

close adblock

Ti ho beccato Giargiana!

Disabilita l’adblock (così fai girare l’economia, taaac)!

Ok

Food&drink
mug-cake

Anni e anni di scuola alberghiera, tecniche sopraffine, nozioni e stelle Michelin sfumano di fronte a cotanta arte e sapienza culinaria. Glasse, emulsioni, bignè craquelin, parfait spostateve: roba volgare da medioevo. Il periodo ellenistico della pasticceria mondiale è quello che storicamente coincide con l’anno 2020 e la quarantena da Coronavirus.

Tra le prelibatezze di questa fase, una ha conquistato il cuore e le cucine di molti, la Mug Cake: una vera super star del web che promette in poche mosse di saziare le improvvise voglie di zuccheri in maniera semplice, pulita e veloce. Questa serial killer della linea non è altro che una torta monoporzione realizzata e servita utilizzato una semplice tazza. Et voilà, in pochi minuti eccovi la merenda o il dessert post-cena.

A fornirci gli ingredienti della Mug Cake classica è La Cucina Italiana: una tazza alta imburrata, 6 cucchiai di farina, 3 di zucchero, 3 di latte, 2 di olio, 1 uovo e una punta di lievito. Il gioco è presto fatto: basta mescolare prima gli ingredienti secchi, aggiungere poco alla volta i liquidi, cuocere per 2 minuti al microonde e controllarne lo stato di cottura utilizzando uno stuzzicadenti.

Inutile dirvi che si possono creare le versioni più inimmaginabili, così come un numero infinito di dolci tazze giornaliere. La prima regola del Fat Club è sempre la stessa: non si parla al dietologo del Fat Club.

Credit immagine copertina


Il Milanese Imbruttito