Chiudi video
close adblock

Disabilita l'adblock

Ué grandissimo! Ti piace leggere i nostri articoli?
Allora non fare il giargiana, disabilita l’adblock
(così fai girare l’economia, taaac)!

close adblock

Ti ho beccato Giargiana!

Disabilita l’adblock (così fai girare l’economia, taaac)!

Ok

Lifestyle
tonsor-club_1-1-770x470-1

E niente. Il pranzo era diventato la nuova cena, e il brunchino della domenica aveva sostituito l’happy hour con gli amici nel giro di uno schiocco di dita, ma è durata poco. Questo maledetto Coronavirus ha deciso di strapparci anche quelle poche occasioni sociali che avrebbero potuto rendere un po’ meno grigio l’inizio di novembre, e così a noi Imbruttiti sono rimaste davvero poche opzioni di svago tra una partita a canasta contro il gatto della vicina e una replica della replica della replica della maratona del Signore degli Anelli in versione integrale plus plus. Già, pare proprio che le lancette dell’orologio si siano riavvolte fino allo scorso aprile, quando lo sballo assoluto era dato da un mix micidiale di focaccine dell’Esselunga e jogging al Parco Lambro. Ma con una grande differenza: a ‘sto giro, quando riporteremo il frutto delle nottate in smart working al Ceo olandese in collegamento Zoom da una spa di Dubai, non avremo bisogno di nascondere le nostre assurde chiome da protagonisti di una soap anni Ottanta. Perché sì, barbieri e parrucchieri sono aperti, e la nostra dignità tricologica è salva. Care Imbruttite e cari Imbruttiti, meglio allora ripassare insieme qualche indirizzo top da segnare nell’agenda del nostro iPhone: per unire l’utile di una revisione di chioma & co al dilettevole di una mini-fuga autorizzata dal salotto di casa. Da fare sempre in sicurezza etc etc, sia chiaro.

PER LUI

Antica Barberia Colla

Vabbeh, nel mondo del for men alla milanese è un classico più classico di Inter-Milan. Nella bottega di Porta Romana, vero e proprio tempio del relax al maschile conosciuto anche dal più sprovveduto dei Giargiana, è possibile concedersi un trattamento completo di barba e capelli, corredato da una cura e una premura d’altri tempi, capace di farci dimenticare l’ansia da lockdown in un Taaac. Le colonie e i prodotti per la barba a marchio Antica Barberia Colla, poi, sono lo specialino da portare a casa per continuare la magia anche davanti allo specchio del proprio bagno.

Barberino’s

“La vera ricchezza è il tempo, ritagliane per te stesso”, ci suggeriscono gli amici di Barberino’s. E se lo dicono loro chi siamo noi per contraddirli? Il loro sapere nel prendersi cura del facciuzzo dei maschietti arriva dall’antica scuola siciliana di barberia, e gli spazi di Corso Magenta, via Cerva, Crocetta, Cavour e Isola promettono di catapultarci indietro nel tempo. Quando la parola corona ci faceva pensare solo alla Regina Elisabetta e la combo barba e capelli significava un momento di meritato, assoluto relax. Il set da viaggio Barberino’s per una rasatura da boss, poi, è la cosa più bella che si possa regalare, confidando in un 2021 un po’ meno stracciapalle.

Bullfrog 

Nel corso degli ultimi 7 anni l’insegna Bullfrog ha voluto portare anche in quel di Milano un pizzico del fascino a stelle e strisce dei mitici barbieroni da uomini di New York City. Obiettivo riuscito, viene da commentare, raggiunto anche grazie al dilagare della linea di prodotti per la barba Bullfrog-Womo, che oh, se non ce l’hai in bella mostra sulla mensolina del bagno non sei nessuno. Al momento, nonostante la sbatta da zona rossa, risultano aperte tutte le botteghe del marchio in città: in via Thaon di Revel, in via Dante, in Piazza Alvar Aalto e in Largo La Foppa.

Mario’s Barber Shop

Dai Navigli con furore, per dare ai maschietti una bella rinfrescata al look. In questa graziosa bottega possiamo immergerci in un tripudio di barbe hipster, rasature americane, pelo e contropelo, only fade e tagli a macchinetta, per un all you can cut che anche in questo caso strizza parecchio l’occhio alla Grande Mela. E invece no, sempre nella big Milan siamo.

Tonsor Club

Il loro motto “Barbieri per uomini gentili” potrebbe farvi sentire in colpa per tutte le volte che avete alzato la voce con lo stagista Giargiana. Ma in fin dei conti chissenefrega, lo avete fatto (anche) per il suo bene, ed era comunque colpa sua. Entrare nel Tonsor Club di Brera o di Missori, in ogni caso, ci aiuta a dimenticare ogni tipo di tensione da office o da smart office, con un cocktail a base di musica jazz e bella gente. In un’atmosfera meravigliosamente vintage capace di farvi sorridere anche dietro la vostra mascherina imbruttita.

PER LEI, PER LUI, PER TUTTI

Blanche Milano

Chiamatelo spazio beauty, boutique della vanità, wellness lounge o come caspita vi pare. Fatto sta che a Porta Venezia troviamo questo salone per lui e per lei davvero stilosissimo, dove è possibile sperimentare con un pizzico di creativa. Il consiglio è di evitare la spuntatina di sorta o l’ormai esausto Fammeli come Jennifer Aniston, e di chiedere consulenza allo staff. Bando alla noia, ancora di più quando si è in semi-lockdown.

Gum

È probabilmente il salone con il parquet più bello di tutta Milano, ma vabbeh, questo forse importa solo alle aspiranti Paole Marelle del caso. Ciò che è rilevante, invece, è la cura assoluta che in quel di Ticinese Stefano, Marco, Monica e Davide Tokyo riescono a riservare a lui e a lei, a colpi di tagli, colore e trattamenti vari tra cui spicca un detox per “decongestione e purificare la cute eliminando le cellule degenerate”. Suona benissimo, anche solo a leggerlo.

Les Garçons De La Rue

Un po’ saloni, un po’ musei, un po’ luogo di ritrovo e di confronto per chi al mattino fa colazione davanti alle repliche di una qualche sfilata con commenti di Jo Squillo in sottofondo. In via Lagrange e in via Lattuada Stefano Piuma e Mauro Bellini hanno dato vita a due spazi che strizzano l’occhio alla Milano più fashionista e internazionale. E sì, di questi tempi è di certo una bella variazione sul tema.

My Place Hair Studio

Lo spazio – al 6 di via Panizza, in zona Conciliazione – è di quelli che farebbe mugolare di gioia anche Carrie Bradshaw in persona. Perché sì, il My Place Hair Studio coccola le sue (e i suoi) clienti fra un trattamento al caviale, una hennè therapy e un’ampia gamma di angolini da sogno per selfie & co che fanno subito Sex & The City nel 2020. La domanda, però, diventa a questo punto obbligatoria: in un lockdown d’amore, sono davvero le amiche il nostro migliore trattamento alla keratina? Nella zona rossa dei nostri sentimenti quando è importante avere il giusto taglio?

Stefano Bonomi

A due passi da Moscova troviamo questo trionfo del black & white, per donne, ma anche per uomini, dove – a quanto pare – bazzicherebbero spesso e volentieri diversi componenti del clan Ferragni. Il titolare è il tatuatissimo Stefano Bonomi, hair stylist che sì, gli spettatori del pomeriggio catodico hanno già imparato ad apprezzare nelle varie rubrichette di Detto Fatto. Morale: tanti sorrisi, tanti boccoli, tanti trattamenti pazzeschi tra cui anche quello ristrutturante a base di piante del Perù. E si vola. 

Roots

Più che un salone, un salotto tra amici a due passi dalla Darsena, dove musica e atmosfera vintage regalano una nuova prospettiva alla sforbiciata di routine. Normalmente da Roots ci si può concedere un percorso esperienziale completo che parte dai capelli e passa al beauty, al living, ai tatuaggi e ai piercing. Ora come ora la zona rossa impone qualche limite, ma vabbeh, ce ne faremo una ragione, ripiegando tutta la nostra voglia di sperimentare su tagli, colori & co.

Articolo scritto da Filippo Piva


Views: 11


Il Milanese Imbruttito