Chiudi video
close adblock Il Milanese Imbruttito

Disabilita l'adblock

Ué grandissimo! Ti piace leggere i nostri articoli?
Allora non fare il giargiana, disabilita l’adblock
(così fai girare l’economia, taaac)!

close adblock Il Milanese Imbruttito

Ti ho beccato Giargiana!

Disabilita l’adblock (così fai girare l’economia, taaac)!

Ok

News
viaggiareanimagemella

Chi siamo noi? Gli italiani. Cosa vogliamo? Scop...rire nuovi posti. Per gli abitanti della Penisola tornare a viaggiare è più importante di trovare l'anima gemella e fare carriera.

Al primo posto nella lista dei desideri degli abitanti del Belpaese c'è proprio il godersi una meritata vacanza. Le restrizioni anti-Covid non hanno fatto altro che amplificare questa voglia, ingabbiando i viaggiatori più accaniti. Una speranza è data dai vaccini che renderanno possibili gli spostamenti futuri. Ma la strada pare ancora lunga

A stabilirlo è una ricerca condotta da Booking.com, che analizzando un campione di oltre 28k viaggiatori disseminati in 28 Paesi e territori diversi, ha stabilito quali sono i sentimenti e le speranze più comuni.

7 italiani su 10 e il 66% dei viaggiatori globali pensa di avere più possibilità di preparare le valigie quest'anno, rispetto a quello precedente, proprio grazie alla campagna vaccinale in corso.

Il 70% dei nostri connazionali, dopo un 2020 trascorso a spiare i dirimpettai dalla finestra, scalpita per cambiare aria. Il 57% degli italiani e il 59% dei viaggiatori mondiali si sposterà all'estero solo dopo aver ricevuto il vaccino. La percentuale sale nella fascia degli over 55 (68%). Non solo. Più della metà opterà per paesi che hanno avviato i piani vaccinali con maggior successo. C'è però un 41% che non è del tutto convinto che i vaccini renderanno i viaggi più sicuri. Che dire...

Per il 64% della popolazione mondiale viaggiare oggi sarebbe più importante che mai (72% degli italiani), tanto da preferire l'andare in vacanza al trovare l'amore (71%). Stessa solfa per il 66% che, all'ottenere una promozione, preferirebbe di gran lunga lo sciallarsi sotto l'ombrellone.

Il 53% dei viaggiatori - con le ali tarpate dai vari lockdown - sta impiegando il tempo libero nell'organizzare e selezionare gli itinerari futuri. Alcuni hanno accumulato così tanti giorni di vacanza che fremono dalla voglia di compilare il piano ferie.

Il 23% globale e il 30% dei connazionali affermano che il primo viaggio che effettueranno entro l'estate 2021, sarà senza dubbio rilassante e in una località provvista di spiaggia. Proprio per questo, solo un misero 5% degli italiani opzionerà le città. Chiamateli scemi.


Vai all'articolo precedenteIndietro
Il Milanese Imbruttito