Chiudi video
close adblock Il Milanese Imbruttito

Disabilita l'adblock

Ué grandissimo! Ti piace leggere i nostri articoli?
Allora non fare il giargiana, disabilita l’adblock
(così fai girare l’economia, taaac)!

close adblock Il Milanese Imbruttito

Ti ho beccato Giargiana!

Disabilita l’adblock (così fai girare l’economia, taaac)!

Ok

Lifestyle
umarell-film

«Da grande anche io voglio fare l’umarell, che è la massima espressione della curiosità».

Mani unite dietro la schiena un po’ curva, il «se lavura non inscì» facile, ed eccolo lì: l’umarell. Uno degli esemplari più belli della nostra società, geolocalizzabile solitamente vicino ai cantieri della M4 o di altri siti in costruzione. La poesia del vecchio che guarda i lavori ora è diventata anche un cortometraggio, carico di ironia, girato da Gero Guagliardo, che ha raccontato in Umarell – il Film la storia di Antonio, le cui parole e immagini hanno valore di riscatto per tutti coloro che sono costretti a nascondersi. I ricordi del protagonista sono infatti pregni di fierezza e gloria, e diventano l’invito per le nuove generazioni a fare coming out e dichiarare con orgoglio il proprio istinto Umarells.

«Sono originario di Palermo e adoro osservare le città – ci ha raccontato il regista Guagliardo – e l’umarell è un genere che mi piace molto, che osserva a sua volta. Poi ogni città ha le sue peculiarità: a Palermo sono tutti umarells, tutti sanno cosa succede nei cantieri, pure i ragazzini; anche a Milano ovviamente ci sono, ma per i giovani qui è diverso. Comunque il fascino dell’umarell mi ha portato a farlo diventare il protagonista del mio corto».

Un corto che dopo essere stato girato ha ricevuto il supporto di Superstuff digitally crafted, di Piano B e dell’Associazione Umarells d’Italia. Si raga, perché esiste l’Associazione Umarells d’Italia. Ed è a Bologna. Che meraviglia.


Vai all'articolo precedenteIndietro
Il Milanese Imbruttito