Chiudi video
close adblock

Disabilita l'adblock

Ué grandissimo! Ti piace leggere i nostri articoli?
Allora non fare il giargiana, disabilita l’adblock
(così fai girare l’economia, taaac)!

close adblock

Ti ho beccato Giargiana!

Disabilita l’adblock (così fai girare l’economia, taaac)!

Ok

News
milano-centrale

Il 2019 è un anno fortunato, complice forse l’allineamento dei pianeti, la release del Trono di Spade e i selfie con le orecchie da coniglio (?). Chissà. Il 2019, ripetiamo questo numero a mo’ di scongiuro, si fa portatore sano del ponte più lungo di sempre: da Pasqua fino al 2 maggio con qualche piccola aggiunta per i più flessibili.

In molti hanno dunque deciso di far le valigie e sgommare al di fuori della Circonvalla verso lidi sperduti e non. Si parla addirittura di un 10% in più rispetto al 2018!

Il primo a sottolineare quanto questo ponte abbia fatto rimpinguare non solo i nostri girovita ma anche le tasche degli operatori turistici, è l’associazione regionale delle agenzie di viaggio aderente a Confcommercio Milano (Fiavet Lombardia). Questo +10% di viaggiatori, ci fanno presente, ha preso d’assalto le mete tradizionali nostrane ed europee, spaziando però anche in direzione Mar Rosso.

I viaggi organizzati in agenzia – nonostante tutti si professino guide turistiche – fanno ancora incassare al settore ben 750 milioni di euro al mese in Italia (190milioni in Lombardia, 140milioni a Milano).

A proposito di questo, la Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi – su dati registro imprese e Aida – ci tiene a specificare che la nostra città è prima in Italia per numero di addetti nel settore vacanze (150mila) e prima nella nostra regione per quantità di imprese nel comparto (21mila).

Credit immagine copertina


Il Milanese Imbruttito