Chiudi video
close adblock Il Milanese Imbruttito

Disabilita l'adblock

Ué grandissimo! Ti piace leggere i nostri articoli?
Allora non fare il giargiana, disabilita l’adblock
(così fai girare l’economia, taaac)!

close adblock Il Milanese Imbruttito

Ti ho beccato Giargiana!

Disabilita l’adblock (così fai girare l’economia, taaac)!

Ok

News
anziano-al-computer

Un episodio davvero particolare quello successo a Macerata qualche giorno fa. Immaginatevi che, da un momento all’altro, i Vigili del Fuoco sfondino la porta di casa vostra e irrompano all’interno.

Lo sfortunato protagonista di questa storia è un uomo di 80 anni che, in una giornata come un’altra, si è visto irrompere una squadra di pompieri in casa. Il motivo? I suoi parenti erano preoccupati per lui.

Da molto tempo, infatti, l’uomo non rispondeva al telefono e tutti temevano il peggio, vista l’età. Il problema, poi, si è aggravato quando la moglie dell’uomo ha chiamato tutta la famiglia. La donna ha infatti raccontato che il marito aveva deciso di chiuderla in camera da letto e non rispondeva più alle sue urla.

Ma cosa è successo? Ha forse avuto un malore? Niente di tutto questo. L’arzillo ottantenne, infatti, era solo alla ricerca di un po’ di privacy. Per fare cosa? Per guardarsi in santa pace un porno! Quando i pompieri sono entrati in casa dell’anziano signore, infatti, lo hanno trovato seduto sulla sua poltrona, con le cuffie alle orecchie, intento a guardarsi un filmino a luci rosse.

Insomma, un brutto pomeriggio per l’uomo che, dopo l’imbarazzo, ha dovuto anche fare i conti con la moglie arrabbiata. Ma cosa dobbiamo fare per avere un po’ di privacy?

Articolo scritto da Francesca Solazzo


Vai all'articolo precedenteIndietro
Il Milanese Imbruttito