Chiudi video
close adblock

Disabilita l'adblock

Ué grandissimo! Ti piace leggere i nostri articoli?
Allora non fare il giargiana, disabilita l’adblock
(così fai girare l’economia, taaac)!

close adblock

Ti ho beccato Giargiana!

Disabilita l’adblock (così fai girare l’economia, taaac)!

Ok

News
ryanairshareprice

Volare oh oh, a furia di cantarlo lo abbiamo reso reale. Ryanair ha udito i nostri appelli disperati, ha preparato i carrelli, gonfiato le gomme, lucidato le ali, sistemato le cabine di pilotaggio, e ora è pronta a prendere il volo.

Dopo due mesi di stop forzato, a cui nemmeno la compagnia irlandese low cost è riuscita a ovviare, è ora di tornare a solcare i cieli del mondo. Dal 1° luglio 2020 verranno dunque riattivati il 40% dei voli: si parla di circa 1000 viaggi al giorno, contro gli attuali 30. Il piano è tornare a coprire il 90% delle sue rotte europee nel pieno rispetto delle restrizioni messe in atto dai governi.

«Ryanair contribuirà a riavviare l’industria turistica europea», ha commentato Eddie Wilson, AD della compagnia.

Ovviamente, il modo di viaggiare sarà differente rispetto a quello a cui siamo abituati, condizionato dall’emergenza sanitaria in corso. Sarà obbligatorio l’uso di mascherine, evitare assembramenti e pagamenti in contanti, accedere alle toilette solo su richiesta individuale e autorizzazione del personale. Prima dell’imbarco verrà misurata la temperatura e si dovrà compilare un modulo relativo al proprio viaggio. Il check-in si effettuerà online in modo da avere la carta d’imbarco sul proprio smartphone. Nei terminal saranno esposti cartelli che invitano a lavarsi regolarmente le mani e utilizzare gel igienizzanti.

Ryanair ha solo aperto i decolli per quando si potrà viaggiare per turismo: a lei si aggiungeranno presto la compagnia olandese KLM e Qatar Airways.

Ce la sentiremo di tornare a volare come se nulla fosse successo?

Credit immagine copertina


Il Milanese Imbruttito