Chiudi video
close adblock Il Milanese Imbruttito

Disabilita l'adblock

Ué grandissimo! Ti piace leggere i nostri articoli?
Allora non fare il giargiana, disabilita l’adblock
(così fai girare l’economia, taaac)!

close adblock Il Milanese Imbruttito

Ti ho beccato Giargiana!

Disabilita l’adblock (così fai girare l’economia, taaac)!

Ok

Lifestyle
cabine_sci

Pranzetto in una cabinovia? Why not! No, non rischiate di vomitare la polenta a causa dell'oscillazione, tranqui. Visto che non si può sciare, c'è chi ha pensato bene di dare un senso alle cabine inutilizzate trasformandole in piccole bolle dove pranzare e cenare in piena sicurezza. Alla faccia del Covid.

La geniale idea arriva dagli USA. A Steamboat Springs, in Colorado, la birreria artigianale Mountain Tap Brewery ha deciso di dare nuova vita a vecchie cabinovie in disuso. Sono piazzate lì, nel dehors del locale, come piccoli scrigni dove i clienti possono mangiare o sorseggiare una birra. First, si sta belli al calduccio. E poi si sta pure rilassati, lontano dagli altri clienti e nel pieno rispetto delle norme anti Covid.  

cabine_sci_2.jpg

Queste cabine, gondolas per gli amici americani, possono accogliere da quattro a sei adulti (che dovrebbero essere congiunti) e sono dotate di luci, riscaldamento e pure Bluetooth. Il tutto per garantire un'esperienza romantica e piacevole. Top. Nulla è lasciato al caso: tra una prenotazione e l’altra, i camerieri si precipitano a sanificare e arieggiare le cabine per mezzoretta. Non si scherza niente.

Ci hanno salvato questo inverno”, ha detto a Food and Wine Wendy Tucciarone, proprietaria del locale. A fornire le cabine è stata The Gondola Shop, società che si occupa di riparare funivie. E a causa della pandemia e degli impianti fermi, di cabinovie dismesse ce ne sono un botto. Mountain Tap Brewery ha dato il via, e adesso altri locali stanno scopiazzando l'idea per salvare le cabine e attirare nuovi clienti. Il costo di una cabinovia pronta all'uso si aggira attorno ai 500 dollari al mese. Si può fare, dai. 


Vai all'articolo precedenteIndietro
Il Milanese Imbruttito