Chiudi video
close adblock Il Milanese Imbruttito

Disabilita l'adblock

Ué grandissimo! Ti piace leggere i nostri articoli?
Allora non fare il giargiana, disabilita l’adblock
(così fai girare l’economia, taaac)!

close adblock Il Milanese Imbruttito

Ti ho beccato Giargiana!

Disabilita l’adblock (così fai girare l’economia, taaac)!

Ok

Lifestyle
vittorialuciaferragni

La secondogenita dei Ferragnez, Vittoria Lucia Ferragni, non poteva certo nascere come tutti i bambini del mondo. In un banale ospedale, in una anonima sala parto, piangendo disperata abbagliata dalle solite luci al neon, tutta rugosa, sporca e gonfia. Scontatissimo. La nostra seconda royal baby ha fatto il suo ingresso nel mondo come una vera princess, già splendida, con le gote rosa, gli occhietti vispi e una poetica luce viola ad avvolgerla. What? Luce viola? E cosa siamo al Plastic?

Naaa. Miss Vittoria è nata in una grande sala parto, candida ed elegante. I Ferragnez per il grande evento hanno scelto di avvalersi della cromoterapia, usata nelle sale parto più all’avanguardia. La luce biodinamica rende l'ambiente più rilassante e favorisce il benessere della mamma, del nanetto e pure dei doc. In parole povere, la luce viola permette di sincronizzare l’ambiente interno con l’orologio biologico di ogni individuo, in modo da influenzare positivamente il ritmo sonno-veglia, l’umore e la frequenza cardiaca. In più favoriscono l’attaccamento al seno del bebè e le sue prime esperienze sensoriali. Altro livello gente.

vittorialuciaferragni2.jpg

Ora si spiega quel bel faccino rilassato, già super fotogenico. Insomma, non solo Vittoria Lucia Ferragni è nata avvolta da una buona stella e dall'abbraccio virtuale di milioni di follower, ma pure da una luce violetta che siamo certi farà tendenza. Del resto Chiara Ferragni è la regina delle influencer: scommettiamo che un botto di future partorienti, ispirate da lei, andranno in cerca di sale parto dotate di cromoterapia?

Per darvi una dritta: al Mangiagalli Center - dove ha partorito Chiara - ci sono sale parto dotate di letti di ultima generazione per il travaglio, di una vasca per il parto in acqua, ma anche della ormai famosa cromoterapia per un ambiente più accogliente e rilassante. E chissà che, dopo la nascita di Vittoria, altri ospedali non scelgano di avvalersi di questa tecnica. Anche perché dai, essere fotografate dopo aver partorito con la luce gialla sparata in faccia che sottolinea il volto sfatto anche no. Vuoi mettere una bel tono violetto che attenua i difetti e fa subito atmosfera? Su Instagram successone.


Vai all'articolo precedenteIndietro

Il Milanese Imbruttito