Chiudi video
close adblock Il Milanese Imbruttito

Disabilita l'adblock

Ué grandissimo! Ti piace leggere i nostri articoli?
Allora non fare il giargiana, disabilita l’adblock
(così fai girare l’economia, taaac)!

close adblock Il Milanese Imbruttito

Ti ho beccato Giargiana!

Disabilita l’adblock (così fai girare l’economia, taaac)!

Ok

News
6f9a936a3214464c90c1339b9f8ec13c_169discoveraspectratio_default_0

Una storia che è metà Uccelli di Rovo e metà romanzetto Harmony. Un vescovo spagnolo si è dimesso perché innamorato di una donna; precisamente una scrittrice di romanzi erotici e pure satanici. Bè vabbè, meraviglioso. Mettetevi comodi che la storia merita.

xavier_novell.jpg

C'è questo (ex) vescovo di Solsona in Spagna, Xavier Novell, noto per le sue posizioni ultraconservatrici, che ad agosto ha deciso di rinunciare ai voti e di lasciare la Chiesa. Il Vaticano aveva parlato di motivi personali, senza entrare nel dettaglio. Stando a quanto riferito da Religion Digital, però, il Novell si sarebbe innamorato di una donna che scrive romanzi erotici a tinte sataniche e per questo avrebbe lasciato il ministero. L'ex religioso è famoso per le sue posizioni antiabortiste, per aver preso posizione contro i gay e a favore della secessione della Catalogna, e in passato vanta pure un incarico come esorcista. Chissà, magari la scrittrice l'ha contattato proprio in qualità di esperto per elaborare meglio uno dei suoi romanzi, e poi da cosa nasce cosa...

La scrittrice in questione è Silvia Caballol, laureata con lode in psicologia clinica all’Università autonoma di Barcellona, autrice dell'imperdibile L’inferno della lussuria di Gabriel e la trilogia Amnesia, che la trama spiega essere "Un viaggio nel sadismo, nella follia e nella lussuria e una lotta tra il bene e il male, Dio e Satana". Oh, dev'essere stato un amore davvero sconvolgente, anche perché Xavier era considerato un astro nascente della Chiesa cattolica spagnola, con una bella carriera in ascesa. E invece, l'amour.

silviacaballol.jpeg
Silvia Caballol, la prima a destra

"Mi sono innamorato e voglio fare le cose per bene", avrebbe detto l'ex vescovo. E chissà se questa svolta non ammorbidisca anche le sue intransigenti convinzioni. Tipo, parliamo di uno che aveva sostenuto la cosiddetta terapia di conversione per i gay. "Mi domando se il fenomeno crescente della confusione sull’orientamento sessuale di molti adolescenti non si debba imputare nella cultura occidentale alla figura paterna - aveva detto in un'uscita pubblica il 22 maggio 2017 - che è stata assente, deviata e svuotata. Fino a che la stessa virilità è stata messa in discussione". Parole che portarono il consiglio comunale di Cervera a dichiararlo persona non gradita.

Il primo giugno Novell si scusò "Con i genitori di omosessuali che si sono sentiti male a causa delle sue dichiarazioni", spiegando che non aveva mai voluto offendere nessuno. Precisò però che "Avrebbe continuano a presentare senza paura la visione cristiana della persona e delle conseguenze morali che derivano da essa”. Intanto, sempre secondo Religion Digital, adesso Novell starebbe cercando un lavoro nella zona di Barcellona come agronomo, visto che è laureato in Ingegneria agricola. Xavi, qui adesso tocca snocciolare un bel po' di preghiere per ottenere il perdono dal cielo eh.


Vai all'articolo precedenteIndietro
Il Milanese Imbruttito